fbpx

FAQ Mentor

Perchè diventare mentor?

Diventare mentor è un atto di grande altruismo e di crescita personale che porta numerosi vantaggi. I motivi principali per diventare mentor sono:

  • Give back a giovani in gamba nel proprio settore, aiutandoli a trovare la propria strada e a sfruttare il loro potenziale.
  • Migliorare le proprie capacità di leadership e comunicazione.
  • Creare un rapporto duraturo con studenti brillanti nello proprio settore.
  • Rimanere in contatto o conoscere realtà diverse, accademiche o di regioni geografiche.

Quali sono i requisiti per diventare mentor?        

Se sei nel mondo del lavoro (accademia, azienda, o altri) da almeno due anni, allora puoi fare l’application per diventare mentor.

Il programma si rivolge a persone motivate con un mix di:

  • Esperienza in campo internazionale e/o cosmopolita, accademica o lavorativa.
  • Rilevanza del ruolo e dell’esperienza in ambienti a forte carattere innovativo, come lauree e percorsi di ricerca in materie STEM, grandi aziende tecnologiche e start-up ad alto valore tecnologico.
  • Propensione all’aiuto del prossimo e condivisione, idealmente tramite il coinvolgimento diretto in programmi di mentorship, ruoli di leadership, corsi, eventi educazionali, etc..
  • Condivisione dei valori di Lead The Future e desiderio di far parte di una community STEM.

Chi saranno i miei mentee?

Mentor e mentee specificheranno nell’application aree di interesse, passioni e obiettivi. I mentor potranno specificare ulteriori preferenze in termini di che mentee vorrebbero come numero, regione di provenienza, area di sviluppo, università, etc..

Sulla base di queste preferenze, il Team di LeadTheFuture proporrà mentee ai mentor puntando a creare la migliore esperienza per mentor e mentee.

Che impegno mi verrà richiesto?

L’impegno richiesto è di un minimo di una chiamata con il mentee ogni due mesi, di circa 45 minuti.

I mezzi, la frequenza o l’impegno addizionale verranno poi decisi tra mentor e mentee. Alcuni mentor potranno preferire incontrarsi di persona, se ce n’è la possibilità, oppure aiutare i mentee in altre necessità, oltre l’impegno minimo.

Quanto dura il programma?

La relazione ha una durata minima di un anno o fino al completamento del ciclo di studi nel caso questo avvenga prima. Lead the Future incentiva ad instaurare un rapporto personale e duraturo che vada oltre a questa durata.

Consigli sul il mio rapporto di mentorship?

Ogni rapporto di mentorship è unico e starà al mentor e al mentee impegnarsi per farlo fiorire al meglio. Alcune linee guida per un rapporto di mentorship di successo sono:

  • Mettersi d’accordo prima di iniziare su: quando sentirvi, quanto spesso, su quali ambiti volete concentrarvi, che canale comunicativo volete usare (di persona, per telefono, Skype, etc..).
  • Scegliere degli obiettivi: quali sono i 2 o 3 principali obiettivi del mentee per il prossimo anno? Scrivere o parlare di come raggiungerli nel tempo.
  • Sentirsi almeno una volta ogni due mesi, ogni volta aggiornarsi sui progressi verso gli obiettivi posti, e pianificando i prossimi passi.
  • Conoscere il mentee facendogli tante domande. Mentoring è più ascoltare che parlare.
  • Essere proattivi nel cercare di rompere ogni frizione legata alla differenza di seniority o di ruolo.
  • Condividere il proprio network con il mentee per massimizzare le sue opportunità.
  • Dare feedback onesto.  Non essere solamente cheerleader.
  • Essere autentici. Condividere dettagli sulla propria vita. Parlare e ridere dei propri insuccessi. Questo rende più forte il rapporto fra mentor e il mentee mostrando che anche i mentor non sono infallibili.
  • Trattare ogni conversazione e informazione scambiata tra mentor e mentee come strettamente confidenziali e private.